Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Poesia di Luigi Pignataro
Il mare

Giace perenne nella mente

di coloro che per molti lustri

hanno osservato il colore

di questo mare affascinante,

che con perseveranza minuziosa

rincuora il pensiero con semplici gesti

intenti a disegnare serenità

dall'orizzonte immaginario.

Lo spettacolo che si presenta agli occhi

è una lunga distesa verde acqua

con le sue piccole onde scintillanti e sinuose

che riecheggiano ricordi soffici e discreti

del suo essere.

Si starebbe ore ad osservare,

senza mai stancare le pupille dell’animo,

l’armoniosa evaporazione lieve

dalle sue particelle nascoste

che trasmettono copiosi vortici

di mille emozioni cercate, vissute, ma mai provate.

Eppure in tutto questo bailamme di sensazioni

soffia perenne su questa distesa

un sospiro di tristezza,

che i popoli

intenti a sfogliare l'endemico fardello della noia

non riescono a cogliere.

Il loro navigare effimero, vuoto, approssimativo

non li devia dalle loro ansie,

mentre si fanno cullare dal nulla.

Non cercano neppure di gettare l’ancora

per addentrarsi, immergersi, capire

i profondi fondali di questo mare,

ricchi di flora e fauna introvabili

che l’essere umano chiama: Dolcezza.