Login

https://www.poesie.reportonline.it/poesie-di-lorenzo-corda/poesia-di-lorenzo-corda-la-scia.html
Accedi
  • Registrati
  • /lost-user-name.htmlNome utente dimenticato?/password-dimenticata.htmlPassword dimenticata?aHR0cHM6Ly93d3cucG9lc2llLnJlcG9ydG9ubGluZS5pdC9wb2VzaWUtZGktbG9yZW56by1jb3JkYS9wb2VzaWEtZGktbG9yZW56by1jb3JkYS1sYS1zY2lhLmh0bWw=
    it-IT
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
     

    Scia
    Poesia di Lorenzo
    Corda La scia

    Io sono nato dietro un fiordo,
    acqua azzurra e chiari cieli,
    dietro un grande vallone,
    che io adesso non vedo più,
    non riesco a ragionare sulle origini e dovrei scoprirle di nuovo,
    ma non riesco proprio,
    se le ombre e le nuvole si sovrappongono
    se le cose mi sfuggono e non riesco ad afferrarle.
    Io sono nato in un piccolo tempo di floridezza,
    e sono trascinato in un tempo di carestia, di imperfezione iconoclasta,
    che si annida nei cuori.
    Se non ci fosse speranza me ne accorgerei in tempo per chiudere i conti?
    Ma il mio pensiero va a tempi migliori,
    a tempi di sole e gioia, di giochi con la sabbia in riva al mare,
    e dovrei sperare contro tutto e tutti
    lasciandomi dietro una scia di amore,
    amore per tutti.

    Commenti

    Potrebbero interessarti