Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesie di Jules Laforgue
Poesia di Jules Laforgue
I boulevard

Sul marciapiede fiammante di vetrine chiassose
mezzogiorno sciamava di pallide operaie
che, in capelli, trottando in frotte familiari
sondavano i signori coi loro sguardi accesi.

Sulla scia dello spleen d'un organino lamentoso,
lungo alberi nudi languidi già di primavera,
rincorrevo un sonetto falso e banale, in cui bare
conversavano, quando vidi passare un feretro.

Un brivido mi scosse. -Certo ho genio, perché
troppo ha succhiato a fondo l'angoscia della vita!
Ma se muoio stasera, chi mai saprà di me

domani? qualche passante saluterà la mia bara,
come s'usa; un monello griderà forse: «Buon viaggio»!
e quaggiù come in cielo, tutto continuerà.

Leggi le Poesie di Jules  Laforgue

Potrebbero interessarti