Valutazione attuale: 3 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella inattivaStella inattiva
 







Poeti Emergenti











Racconto di Ivana La Grasta















A cosa sono serviti i miei piedi stanchi

cosa sono servite le mie scarpe consumate sull asfalto, venendo a casa tua ?


Quante tue parole ho mangiato per crescere e diventare forti insieme ?

Quanta aria abbiamo respirato ? la stessa aria ….


Quante nuvole sono passate sulla nostra testa , quanti baci non dati ci siamo raccontati,

quanti falsi amori abbiamo visto scivolare accanto a noi, come acqua in un torrente , e noi pietre nel fiume… radicate come alberi…. Radicate come radici immobili, in un letto di fiume….


Quanta vita ci siamo scambiate… tanto da che penso di vivere più vite… e una sola ed unica con te….

Quante persone sono passate come porte scorrevoli, solo passaggi e aperture ma momentanee e frivole…..
Quante famiglie abbiamo inventato insieme, per credere di averne una….

Tu sei l’espressione di tutte le parole che non ho mai detto… e tu riesci a completare….

Sei la mia adolescenza

la mia maturità….
Sei le mie sere d’inverno….

I miei 17 anni

Il mio primo amore di amica…

Allora….
Per la vita che ti ho donato

per il tempo che è passato… tanto…
Tanto che le lancette hanno consumato i numeri…

Io ho assaggiato le tue lacrime, e tu hai bevuto le mie tanto da dissetarci….