Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Poesia di Giuseppe Vita 
Tormentoso rimorso

poesia introspettiva
Tutti sappiamo che sbagliare è umano

e che dobbiamo trarre insegnamento,

a volte pure contro il nostro intento,

da quello che facciamo in modo insano.

 

Ci sono casi in cui non ci si accorge

d'aver commesso sbagli molto gravi,

forse perché ci comportiam da ignavi,

in quanto il nostro cuore non insorge.

 

E ci portiamo addosso per tanti anni

un peso che attanaglia la coscienza

fin quando non sentiamo la presenza

di colpa e di dolore per i danni:

 

danni ed il mal che abbiamo fatto agli altri

forse in un tempo che ci par lontano,

ma ancora adesso rimpiangiamo invano

l'aver pensato d'esser stati scaltri.

 

Ed or, pur io avverto un pentimento

per tutto ciò che ho fatto di sbagliato;

non mi sarebbe certo capitato

se fossi stato allora un po' più attento.

 

Però, il rimorso prende chi si avvede

d'aver agito male nel passato

e adesso, che si sente tormentato,

sa bene dove il male suo risiede.

 


Chi non ha avuto mai alcun rimorso

può dire solamente di esser nato

e non vissuto, ché egli non ha dato

a quello ch'è più amaro neanche un morso.