Poesia di Giuseppe Vita - Quannu si tici amori?

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Poesia di Giuseppe Vita  
Quannu si tici amori?

Scrittori e puèti sannu assai t'l'amori

e scrivunu rumanzi e püisìi

cu ssi ponnu pajari li fatìi,

ticennu quantu sentunu 'nt'lu cori.

 

No' ddicunu cce tteni cchiù valori,

ma scrivunu surtantu fantasìi

e a vvoti puru tanta mucarìi

senza cu ttennu cuntu ti l'onori.

 

Iu com'a lloru no' hagghiu scrittu mai

e nc'lu fazzu capiri com'amicu,

cá no' mi vogghiu mettu 'nta li 'uai.

 

Quannu si tici amori? Mu' v'lu ticu:

"Si tici amori quannnu cce tinimu

  cu ci no' tteni nienti n'lu spartimu".

 

Traduzione
Quando si dice amore? 

Scrittori e poeti sanno assai dell'amore

e scrivono romanzi e poesie

per poter ricompensare le proprie fatiche,

dicendo quanto sentono nel cuore.

 

Non dicono cosa ha più valore,

ma scrivono soltanto fantasie

e a volte pure tante porcherie

senza tenere conto dell'onore.

 

Io come loro non ho scritto mai

e glielo faccio capire come amico,

ché non voglio mettermi nei guai.

 

Quando si dice amore? Or ve lo dico:

"Si dice amore quando ciò che abbiamo

 con chi non ha niente lo spartiamo".

 

San Vito 08/07/2016

Sonetto normale(non classico, poiché è stato modificato nel tempo con distico finale a rima baciata) in vernacolo sanvitese (alto salentino) con relativa traduzione. Schema: ABBA/ABBA, CDC/DEE.