Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Poesia di Giuseppe Vita
Pascaredda

Lu giurnu doppu Pasca è Pascaredda,
la feshta ca si passa 'n cumpagnìa
t'li cranni e t'li piccinni cu 'llicrìa
e senza cu si faci cumminedda.

No' nc'èti 'na sciurnata com'a cuedda,
cá ti faci scurdari la fatìa
e ti faci passà' la fantasia
speci ci shtani cu 'na carusedda.

Speriamu cu no' cchiovi cuddu giurnu
e cu èti carmu e cu nci shta lu soli,
ci no nu' hamà passà' 'na brutta feshta:

t'lu lunitìa ti l'Anciulu èti cueshta.
Facimu tuttu cuddu ca Iddu voli!
Prïàmu e shtamu tutti a Iddu 'nturnu!

Traduzione:

Pasquetta

Il giorno dopo Pasqua è Pasquetta,
la festa che si passa in compagnia
dei grandi e dei piccoli con allegria
e senza che si faccia comunella.

Non c'è una giornata come quella,
ché ti fa scordare la fatica
e ti fa passare la fantasia
specie se stai con una giovinetta.

Speriamo che non piova quel giorno
e che sia calmo e che ci sia il sole,
se no noi passeremo una brutta festa:

del lunedì dell'Angelo è questa.
Facciamo tutto quello che Lui vuole!
Preghiamo e stiamo tutti a Lui intorno!

Potrebbero interessarti