Poesia di Giuseppe Vita - Lu vasu

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Poesia di Giuseppe Vita 
Lu vasu

Putimu tiri ca è 'na cosa ca

nu' tutti canuscimu e ca lu damu

a ci ni voli bbeni e a ci nu' amamu,

comu 'nu segnu ti sincerità.

 

Lu vasu ci è t'amori ni pò ffa'

ccappari propria comu pisci all'amu

e, propria quannu nui ni bandunamu,

intra 'nu suennu ni pò trascinà'.

 

E pò èssi' puru vasu ti dulori

pi ci l'è dato 'n fronti a ci cchiù vali:

la mamma sova quannu se n'è sciuta.

 

O puru pò èssi vasu tratitori

quannu si dà e si faci tanta mali,

comu a Gesù lu dessi tannu Giuta.

Traduzione
Il bacio

Possiamo dire che è una cosa che

noi tutti conosciamo e che lo diamo

a chi ci vuole bene e a chi noi amiamo,

come prova di sincerità.

 

Il bacio se è d'amore può farci

incappare proprio come pesci all'amo

e, proprio quando noi ci abbandoniamo,

dentro un sogno ci può trascinar.

 

E può esser pure bacio di dolore

per chi l'ha dato in fronte a chi vale di più:

a sua madre quando se n'è andata.

 

Oppure può esser bacio traditore

quando si dà e si fa tanto male,

come a Gesù lo diede allora Giuda.

San Vito 10/02/2017

Sonetto di genere stilnovistico in vernacolo sanvitese (alto salentino) con relativa traduzione.

Schema: ABBA/ABBA, CDE/CDE.

Potrebbero interessarti