Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Poesia di Giuseppe Vita 
Disillusione

Ed or che non ho niente più di fronte,

ché Morte colse ciò che luce vera

fu per me che vivevo di chimera,

mi sento rotolare giù dal monte.

 

Il cielo mio non ha alcun orizzonte,

il sole non tramonta più la sera

né luce dà, ché la mia notte nera

conduce l'alma al fiume di Caronte.

 

Non resta che sol'ombra assai lontana

quella che fu la grande mia illusione

ormai rimasta impressa nella mente.

 

Il tutto adesso appare che sia niente

ed ogni cosa è in disgregazione,

ché un tempo già pareva meta vana.

Sonetto di genere stilnovistico con schema: ABBA/ABBA, CDE/EDC.