Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Poesia di Giuseppe Vita
Amor filiale

"Quando, da vivi, voi stavate qui,
vi ho trascurati, cari genitori,
per una donna ed or, che siete lì,
rimasto sono sol con dissapori!

Voi m'amavate, ma io non vi capivo,
ché da maliardo sguardo fui rapito
e insieme a lei fuggii con cuor passivo
e stetti fino a quando fui tradito.

Scappò da me per stare con un altro
ed or, che sono solo con me stesso,
non sento affatto d'essere un po' scaltro,
ché sol dolore in me rimane impresso.

Perdono chiedo a te, mamma mia cara,
in quanto ti lasciai quand'eri in vita,
ma, adesso che la via si fa più amara,
rimpiango tanto la tua dipartita!

Pure per te, papà, provo rimorso;
mi pento per l'amor che non ti ho dato;
anche se inutilmente l'ho rincorso,
ti giuro, mai come ora, io t'ho amato!

È vero che ho lasciato voi due soli
e che non vi ho mai chiesto alcun consiglio,
però, lenite almen tutti i miei duoli;
questo è il mio amor ed io son vostro figlio!".

Leggi le Poesie di Giuseppe Vita