Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

ninna nanna contadina  Poesie Report On Line
Poesia di Giuseppe Nanni
Ninna nanna contadina

Ninna nanna figlio piccino
del contadino.
Mugge il bue, bela l'egnello,
tuba il colombo sull'orlo del tetto:
dormi, piccolo, bel bello,
bocca ridente ma pugno stretto.
Di sua mano feconda la terra
il tuo babbo: la vanga e l'ara;
la zappa lucida afferra,
sarchia e pota, coglie e prepara.
( E tu dormi bel fantolino del contadino ).
Mugge il bue, bela l'agnello,
schiamazza sull'aia ilm galletto;
il camino poveretto
fuma, che cuoce pan di cruschello:
dormi, piccolo, bel bello,
bocca ridente ma pugno stgretto.
Con codesta manina che sboccia
un dì col babbo farai a gara:
- Babbo caro, stanco capoccia,
ecco chi zappa, chi vanga, chi ara.
Ecco, hai cresciuto sotto il tuo tetto
chi continua lo stento dei tuoi:
ecco chi traccia il solco perfetto
e regge ardito la forza  de' buoi. - 
( Arriva il sonno pianino, pianino...
Dormi, piccolo contadino ).