Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Poesia di Ugo Ghiron
La canzoncina del mulino

Quando, a giugno, biondeggiare
per i bei campi fiorenti
vedo il gran che lieto ai venti
freme e ondeggia come un mare,
nella mia felicità
dico in cuor: «Se non mi inganno,
grazie al cielo, anche quest'anno
il lavor non mancherà ».
Un timor solo mi punge:
il timor della tempesta.
Ma che gioia, ma che festa
quando il gran vedo che giunge!
Me lo portan di lontano,
dicon tutti: «Buon mulino,
trita, trita il nostro grano! ».
Ed io macino contento,
e la ruota gira e canta:
dalle pale l'acqua infranta
spuma e brilla come argento.



Commenti

Potrebbero interessarti