Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Poesia di Giovanni Pascoli
Finestra illuminata

Forse è una buona vedova...
Quand'ella
 facea l'imbastitura e il soprammano,
venne il suo bimbo e chiese la novella.
Venne ai suoi piedi, ella contò del
topo,
del mago... Alla costura, egli, pian
piano,
l'ultima volta le sussurrò: Dopo?
Dopo tanto c'è sempre qualche
occhiello.
Il topo è morto, s'è smarrito il mago.
Il bimbo dorme sopra lo sgabello,
tra le ginocchia, al ticchettio dell'ago.