Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 







Poeti Emergenti

Poesia di Giovanni
Lo Curto


L’omo s’è sempre e più ‘ngegnato

A cercà de scoprì li segreti der creato,

e tentanno de mijiorà la sua esistenza

lui guarda, scruta e a tutto c’aripenza.



E de scoperte, grazie a DomineDdio, n’ha fatte, ,

Ne l’urtimi cent’anni, cotte e crude, spari e patte.

Er possesso, ovverossia la propriètà

È ‘na cosa bbona o che fa intossicà?



È pòi ‘na cosa che solo a mè appartiene?

Oppuro à la società questo nun je conviene?

Sperimentamo inzieme ‘sto teorema

Che ‘sta questione nun è mica scema.



Tanti su stò punto c’hanno arzigogolato

Quarchedun l’ha chiesto puro a zì curato,

e lui, arifacennose ar nostro Salvatore,

Che aripartì le cose fra Dio e l’imperatore,



arispose:- tutte le cose provengheno da Dio.

E qui si permettete mò intervengo io.

Chè da ‘n ber po’ che ‘n quesito me vagheggia

‘sta cervice me frulla, nun dite che vaneggia.



La proprietà ar dunque, nun è ‘na cosa strana,

Che hanno vorzuto sempre più dilla sovrana,

volennola sempre più  spiaccicà alla pelle nostra

pè faccela poi alliticà come a cavallo de ‘na giostra!.



Fin’a cchè, tutti l’azzeccagarbuji, se sò ariuniti

Pè decretà:- Signori, su la proprietà sète finiti

La limitamio e prennenno de petto la libbertà

a incatenalla, tutti ve ce mettemo a inciafrujà-.



(Così er Sor Teodoro sornione arzigogolava,

davanti a tanti fiaschi de vin  che prosciugava

co’ ‘na platea de amichi, tutti  assai contenti

chè ognun de lor de picchi se n’eran fatti venti.)



Ne la storia, l’ommini più forti, dite che nun è vero,

su la pelle de la pora gente cianno fatto l’impero

L’egizziani, l’assiri i Maja puranco li perziani,

e doppo Roma, so arivati li mussulmani

in Europa li stati centrali.cò grande egoismo

Se so messi a inciaccottà sull’eurocentrismo.

Er monno ce appartiene, è nostra proprietà

E quello che nun è nostro, lo potemio conquistà.



I tempi cambieno, così alle militari conquiste

Li prepotenti j’hanno messo n’antra veste:

cor colore de l’economiche conquiste: er verde.

Pè questo in assoluto, nun se poteva  perde



Datosi che è sempre lo stesso colore der denaro,

Che alla pora gente je fa solo er sangue amaro.

Pè contro, alli prepotenti je dà maggior vigore

Facennoli addiventà più  potenti col passar dell’ore.



e cor potere, arubbanno de li stati fanno strazzio

mentre la pora gente, soffre e paga puro er dazzio.

Coi titoli de stato , poi cianno veramente arovinato

e ogni itajano è pe quarantamila euri indebitato



L’America poi, sta puro peggio; e ll’antri stati?

Chi più e chi meno, si vai a vedè, so tutti collassati.

Per cui, all’economia in crisi, è questa la valenza,

coi debbiti de li stati s’engrasseno la panza.



Nell’urtimo G28 hanno deciso de temporeggià,

li titoli de li stati, pè un po’nun se deveno commercià|

dicenno:- Cercamo de levacce ‘n po’ de pene:

Aumentamo la produzione e volemoce tutti bene-.



Se li potenti, se sà fanno promesse da marinaio

Quelli che lo stanno pè diventà sò ‘n vero letamaio

dicheno che er congelamento de li debbiti se po’ fa,

ma d’anniscosto, l’esporteno  p’annalli a commercià.



Su sti fatti le banche continueno a fionnasse a capofitto

A loro je interessa solo e sempre  er keynesian profitto



Quarcheduno ha sgamato stì traffici a le frontiere

Ma loro nicchiano:- quelle che dite sò chimere.

Chi fà ‘sti commerci è la malavita mondiale

È quella che se dà da fà, pè favve sentì male.



Nun c’entreno pè gnente li stati creditori

E si ciavemo li crediti è perché semo lavoratori-.

Italiani!  a‘st’imperialismo dovemo mettetice riparo

Chè  nun è solo la pora gente che se fa er sangue amaro



Cianno levato beni ar centro e puranco in periferia

È er primo passo pè levacce puro la democrazia

Questo, signori der Governo è er novo imperialismo

In tanti stati però mò je fanno un bell’ostruzionismo.



E pè legge hanno deciso:- straniero qui tu pòi comprà

Ma mica tutta la proprietà, ‘na parte: solo pè la metà,

ll’antra ha da rimanè de proprietà de un cittadino

che controlla che nun fai imperialismo, si nun è cretino.



Ar Parlamento e ar Governo dico senza parlà tosco

Fate leggi de protezione e mettetece le cose a posto.

L’Italia va difesa, nun la potemo fa smembrà

Mò, mettetive er vestito novo, quello dell’onestà.


Potrebbero interessarti