Login

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Crocifisso 
di Kahlil Gibran

Gridai agli uomini: «Voglio essere crocifisso!».
Ed essi dissero: «Perché dovrebbe il tuo sangue ricadere sulle
nostre teste?».
E io risposi: «Come potrete esaltarvi se non crocifiggendo i
folli?».
Ed essi valutarono quel che io dicevo, e mi crocifissero. E la
crocifissione mi appagò.
E quando restai sospeso tra terra e cielo, essi sollevarono le
loro teste per vedermi. Ed essi s'esaltarono, giacché le loro teste
mai si erano sollevate prima.
Ma mentre stavano intenti a guardarmi, uno di essi gridò:
«Che cosa stai cercando di espiare?».
E un altro gridò: «Per quale causa sacrifichi te stesso?». E un
terzo disse: «Credi tu di comprarti a tale prezzo una gloria spet-
tacolare ?».
Poi, un quarto: «Guardate, sorridete! Può una tale sofferenza
essere perdonata?».
E io risposi a tutti, dicendo:
«Ricordate soltanto che ho sorriso. lo non espio, né mi sacri-
fico, né ho desiderio di gloria; e non ho nulla da perdonare. Ho
avuto sete - e vi ho chiesto di darmi da bere il mio stesso
sangue. Perché cos' altro può placare la sete di un folle se non il
suo proprio sangue? Ero muto - e vi ho chiesto ferite come
bocche. Ero imprigionato nei vostri giorni e nelle vostre notti - e
cercai un ingresso in giorni e notti più grandi.
Ed ora me ne vado - come già altri crocifissi hanno fatto. E
non crediate che si sia stanchi di crocifissioni. Giacché dovremo
essere crocifissi da uomini sempre più grandi tra terre e cieli
sempre più grandi».

Crucified
I cried to men, «I would be crucified!».
And they said, «Why should your blood be upon our heads?».
And I answered, «How else shall you be exalted except by
crucifying madmen?».
And they heeded and I was crucified. And the crucifixion
appeased me.
And when I was hanged between earth and heaven they lifted
up their heads to see me. And they were exalted, for their heads
had never before been lifted.
But as' they stood looking up at me one called out, «For what
art thou seeking to atone?».
And another cried, «In what cause dost thou sacrifice thy-
self?».
And a third said, «Thinkest thou with this price to buy world
glory?».
Then said a fourth, «Behold, how he smiles! Can such pain be
forgiven?».
And I answered them all, and said:
«Rernember only that I srniled. I do not atone - nor sacrifice -
nor wish for glory; and I have nothing to forgive. I thirsted - and
I besought you to give me my blood to drink. For what is there
can quench a madman's thirst but his own blood? I was dumb -
and I asked wounds of you for mounths. I was imprisoned in
your days and nights - and I sought a door into larger days and
nights.
And now I go - as others already crucified have gone. And
think not we are weary of crucifixion. For we must be crucified
by larger and yet larger men, between greater earths and greater
heavens».

Leggi le Poesie di Kahlil Gibran

Commenti

Potrebbero interessarti