Login

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Poesia di Gianni Rodari
Moriremo di sete?

Da qualche giorno, ahinoi, cosa succede?
Dall'acqua è scomparsa la q.
L'hanno rubata, si vede.
Ma intanto, con quest'acua, dimmi tu
che ci fai:
non ci si può navigare,
non ci si può fare il bucato,
non fa girare
le ruote dei mulini.

Ma la cosa più lacrimabile
è che non è potabile.
La volete sapere tutta?
Si tratta di un'acua asciutta...
Che ne dite? Che faremo?
Di sete moriremo?
Avvisate il Comune,
il Prefetto, il Presidente...
Oppure correggete
l'errore: non ci vuoI niente.

 Leggi le Poesie di Gianni Rodari

Ti possono interessare anche le Filastrocche di Gianni Rodari

Commenti

Potrebbero interessarti