Login

https://www.poesie.reportonline.it/poesie-di-gavino-arras/poesia-di-giovanni-gavino-arras-tour.html
Accedi
  • Registrati
  • /lost-user-name.htmlNome utente dimenticato?/password-dimenticata.htmlPassword dimenticata?aHR0cHM6Ly93d3cucG9lc2llLnJlcG9ydG9ubGluZS5pdC9wb2VzaWUtZGktZ2F2aW5vLWFycmFzL3BvZXNpYS1kaS1naW92YW5uaS1nYXZpbm8tYXJyYXMtdG91ci5odG1s
    it-IT

    Valutazione attuale: 3 / 5

    Stella attivaStella attivaStella attivaStella inattivaStella inattiva
     

    Poesia di Giovanni Gavino Arras 
    Tour

    Marmolada e Monviso

    Il fiume padano

    Adda Oglio Mincio

    I sassi arrotolate

    Cozie e Craie

    A chiudere fantasmi cancelli

    Battelli ancora colmi

    Il fraterno Piave

    Con la sua mano sospende

    ligure e tosco-emiliano

    Discende l’appennino

    L’Aquila del Gran Sasso

    Alla sua destra

    Tiberio

    Osserva calmo i sette re

    Ma lo stivale

    Ora oppone

    La Nuova Città al Gargano

    L’incontro a Teano

    Le gesta di Canne

    Sepolte dal limo dei fiumi

    Aspro è il monte

    E si erge dal mare

    L’antica storia dei bronzi

    A un passo ormai

    La bocca infuocata

    Etnea

    Il mare sireneo

    Assorto ammira

    E

    Misteri di rotte marine

    Approdi cercano

    A Caralis

    Da Tharros al Logu de oro

    Commenti

    Potrebbero interessarti