Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Sonetto di Gaspara Stampa
Deh lasciate, signor, le maggior cure


CLVIII
Deh lasciate, signor, le maggior cure
d’ir procacciando in questa età fiorita
con fatiche e periglio de la vita
alti pregi, alti onori, alte venture;
e in questi colli, in queste alme e sicure
valli e campagne, dove Amor n’invita,
viviamo insieme vita alma e gradita
fin che ’l sol de’ nostr’occhi alfin s’oscure.
Perché tante fatiche e tanti stenti
fan la vita più dura, e tanti onori
restan per morte poi subito spenti.
Qui coglieremo a tempo e rose e fiori,
ed erbe e frutti, e con dolci concenti
canterem con gli uccelli i nostri amori.


Rime - Gaspara Stampa

Potrebbero interessarti