Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poeti Emergenti -
Poesia di Gabriele -
Lettera -


Tu, rugiadi d'agnese lagrime ingenue
dal tempo delle  nubi scivoli
oleando al  vetro della finestra.
Nell'inverno dei poeti foglie secche
accarezzi con occhi ambigui che ti guardano
sfiorano la pelle per sedursi d'estate
parassiti con la tua prima rosa vera .
Bellissima è  la tua  poesia.  
Non sarà  l'ultima  da teatrare
il tuo poesiare scarlatto rosso di rosa
per loro è da sgraffignare
ricomporre con altre parole edulcorate
all'arcano  l'oro modo d'espiar  poesia.
Sà di  rosa  recisa da fiamminghe mani
riposte dal tempo in valloni di fantasia.  
E' la natura che  in te trova la forza per scuotere
il suo valore di  rosa  se pur recisa
l'è rosa  erosa di rabbia di spine combatte
a sangue scende e sporca dallo stelo
quella mano callosa di sporco  lavoro
che  cinge al volo come dono per la  bella 'morosa.