Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poeti Emergenti
Poesia di Gabriele
L'araba fenice

Dio, dove sono le tue preghiere
son parole dimenticate in  versetti
satanici di poesia?
I malati  immaginari  nel vago
come  Cristi attendono crocifissi
ognuno da venerare con una geisha
per fare l'amore.
Non aspettare inverno!
Per svernare la ciste dell'inferno "S'io fossi foco"
per Dio brucerei il mondo intero, dove male
ingiusto nel prevederlo  ogni  fatto è un insuccesso.
La fenice vita bella se disabile è un'araba  infelice
non si vive  felice  dementi svoltati psichiatrici
rossi con le  gote  sfiammate dal pianto greco
per una vita senile non più giovane  morta nel tempo
braccata dalla vecchiaia.