Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poeti Emergenti
Poesia di Gabriele (Giampiero Iezzi)
Punto tenue

Nel paesaggio terrestre ogni giorno è
un pieno d'episodi estremi gesti all'umanità.
Ogni tua immagine a matita accennata prende
forma nel colore del volto il carattere nelle
sfumature del viso.
Con il sentimento nel volto e, le emozioni nel viso tu
pittore strano Dio sei dei colori strusciando arcobaleni
con le setole del pennello sulla tavolozza gli strani lì
siamo noi disgraziati miserabili disabili, le prove vive
dei tuoi errori.
D'orror handicappati tuoi svarioni compatibili umani
disegnati sono compatiti nell'uso sfumato che hai di
colorare nel volto il viso d'ognuno... sulla terra.
Signore io non sono pittore, ma tu non sei artista
nel dipingermi mischiando colori sulla tavolozza
sempre alla ricerca del punto tenue fai sbavature
spatolando sulla tela con quel pennello di me uomo
resto un civile invalido che deve per forza vivere.