Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poeti Emergenti -
Poesia di Gabriele -
Forte dei marmi -


Forte dei marmi, vado al cimitero
per terminare la mia cappella.
Pronto, metto a punto croce la stoffa
con due dita di orlo steso
orizzontale per la pedana
dei pantaloni, ago e filo
un po' di sartoria una stiratina
e sono pronto all'estrema via.
Del mio vissuto ho tessuto eventi
per allestire la mia via crucis ...
La raccontiamo in poesia?
Mamma, è tutto pronto lo sai
però, loro... No! non li voglio.
Non li posso dimenticare
al sol pensiero, cupi riappaiono
come un'infinita lirica del dolore
che lastrica di pianto la mia noia.
Con io pomo della discordia,
i parenti non li voglio al mio funerale
per loro il rispetto della carità cristiana
è costrizione, null'altro che, putrida pietà.
Squali di sabbia sui muri cotti
alla salsedine marinati senza fuoco, sono
cenere estiva polvere al vento persa
su antiche rocce inneggianti alla nostalgia.