Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poeti Emergenti
Poesia di Gabriele
Chi sta fuori


Chi sta fuori? Stà fuori di testa!
Chi sta dentro ahimè è una rogna
la sua galera, per la vita.
Come passi le tue giornate?
Giampiero che ti scrive cara vita,
è il folle che non esce più di casa.
Penso e scrivo su quanto può essere
bella la vita, sognando quella mia
macerata nel dolore confonde il meglio
il giorno dalla sera. L'alcool sfuma
è stufa l'anima mia di condividere
la vita in un corpo che non c'è più.
Qui  tutti pensiamo a progredire per
noi stessi dimenticandoci di essere
Se sei in grado di farlo bene il bene
lo devi fare al prossimo per capirlo
per riceverlo.
Chi soffre ha la pazienza di portarsi
la vita a compimento nel dolore.
Immobile inizia la ricerca delle orme
di ombre per definire il futuro lontano
delebile frattaglia umana… Carne che
se non vive, irrimediabilmente puzza.
Diciamo come le mie poesie che meritano
di essere lette e, commentate.
Non da pubblicare imprigionate nelle pagine
di un libro anonime restano così libere di
librarsi ognuna come e dove vuole va su internet
anche dopo la mia condanna a morte.
io non so come piangere per farmi capire come
Celentano il cantante che nella sua carriera
ne ha cantate bene a tutti tante tramate belle
tranne della mia vita ancora da vivere.