Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

foresta
Poesia di Gabriele D'Annunzio -
Le stirpi canore -
Una poesia che dalla natura trae il suo motivo fondamentale di ispirazione, profondamente radicata nelle tradizioni e nella civiltà del popolo da cui nasce quella 'stirpe' di poeti e di cantori evidenziata nel titolo stesso.

Poesia di Gabriele D'Annunzio -
Alcyone
Le stirpi canore -
I miei carmi son prole
delle foreste.
altri dell'onde,
altri, delle arene,
altri del Sole,
altri del vento Argestes.
Le mie parole
sono profonde
come le radici
 terrene,
altre serene
come i firmamenti ,
fervide  come le vene
degli adolescenti,
 ispide8 come i dumi,
confuse  come i fumi
confusi;
nette  come i cristalli .
del monte,
 tremule come le fronde
del pioppo,
tumide  come le narici
dei cavalli
a galoppo, ..
 labili come i profumi
diffusi,
vergini come i calici
appena schiusi,
notturne come le rugiade
 dei cieli, :
funebri come gli asfodeli
dell' Ade,
pieghevoli  come i salici ,.
dello stagno,
 tenui come i teli
che fra due steli
tesse il ragno.