Login

https://www.poesie.reportonline.it/poesie-di-francesco-carini/poesia-di-francesco-carini-accidia-pomeridiana.html
Accedi
  • Registrati
  • /lost-user-name.htmlNome utente dimenticato?/password-dimenticata.htmlPassword dimenticata?aHR0cHM6Ly93d3cucG9lc2llLnJlcG9ydG9ubGluZS5pdC9wb2VzaWUtZGktZnJhbmNlc2NvLWNhcmluaS9wb2VzaWEtZGktZnJhbmNlc2NvLWNhcmluaS1hY2NpZGlhLXBvbWVyaWRpYW5hLmh0bWw=
    it-IT

    Valutazione attuale: 5 / 5

    Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
     

    Poeti Emergenti -
    Poesia di Francesco Carini -
    Accidia pomeridiana -


    Come passa il giovine e triste figliuolo
    l'ore calde primaverili
    alberi e loro fronde osserva
    da fessura sul mondo che ha la sua bara
    animo gravezza l'opprime e costringe
    a sognar lungo disteso
    più belle favole e amori sbocciati
    tende la mano per toccare
    ma tutto dissolve nel largo oceano d'accidia
    piange l'anima e le membra
    lacrime incolori riflesso di cruda esistenza
    funebri cortei entro il suo cuore
    pestato dagli zoccoli duri della morte
    mesta processione pomeridiana

    Commenti

    Potrebbero interessarti