Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Poeti Emergenti -
Poesia di Francesco Carini -
Accidia pomeridiana -


Come passa il giovine e triste figliuolo
l'ore calde primaverili
alberi e loro fronde osserva
da fessura sul mondo che ha la sua bara
animo gravezza l'opprime e costringe
a sognar lungo disteso
più belle favole e amori sbocciati
tende la mano per toccare
ma tutto dissolve nel largo oceano d'accidia
piange l'anima e le membra
lacrime incolori riflesso di cruda esistenza
funebri cortei entro il suo cuore
pestato dagli zoccoli duri della morte
mesta processione pomeridiana