Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Eugenio Zoppis
Er Tramviere filosofo

Quanno stamo ner bus e s’accarcamo
Chi davanti chi dietro chi alla porta
E durante er percorso sgomitamo
Senza sape’ ‘r perché’: chi se ne importa
Viaggiamo e baccajamo, rompendose i c…..
l’uno con l’altro, tanto pe di’ che esisto.
Nun sarebbe mejo vive come comanna Cristo
Volesse bbene, e stasse fermi e bboni?
Ce sarebbe posto pe’ tutti, e senza pene
Se potrebbe viaggia’ mejo e sta’ bbene
Che nonostante er posto preso e l’ambizione
Ariveremo l’istesso ar capolinea,
e scenneremo tutti a la stazione.