Login

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Emily Dickinson
Il vento venne come un suono di buccina

Il vento venne come un suono di buccina;
vibrò nell’erba,
ed un brivido verde nell’arsura
passò così sinistro
che noi sprangammo ogni finestra e porta
fuggendo quello spettro di smeraldo.
L’elettrico serpente del giudizio
guizzò allo stesso istante.
Strana folla di alberi affannati
e di steccati in fuga
e fiumi in cui correvano le case
videro allora i vivi.
Dalla torre, impazzita la campana
turbinava per un veloce annunzio.
Quante mai cose possono venire
e quante andare,
senza che il mondo finisca!

Leggi le Poesie di Emily Dickinson

Commenti

Potrebbero interessarti