Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Domenico Marras
Inverno alle porte


L'albero era pressoché nudo,
I vestiti erano per terra,
Soltanto pochissime foglie
Erano ancora appiccicate
Ai loro seminudi rami;
Ma dal colore era evidente
Che alla successiva folata
Sarebbero scese anche loro.
Quella nudità mi ha turbato
E scosso fino alle lacrime;
Perché, essendo vicinissimo,
Ai novanta, ho tosto pensato:
Forse alla prossima folata
Anche la mia splendida foglia,
Al colmo della sua bellezza
Ma col picciuolo già stremato,
Si staccherà dal nudo ramo
E precipiterà per terra,
Ove, se non verrà brucata
O trascinata via dal vento,
Dormirà senza più risveglio.