Login

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Domenico Marras
Introibo ad altare Dei

Gesù, dimentica la tua creatura

e fammi ascoltare la Santa Messa;

perché se apro bocca, ne senti di altre

belle cose sul conto del tuo umano:

in particolare modo sul maschio,

su colui che divora il proprio e l'altrui;

su colui che spesso stupra e uccide anche.

Sì, vero, a tua immagine e somiglianza,

ma solamente esteriore, apparente,

perché all'interno, di Te, non abbiamo

nulla: neanche con la Santa Eucarestia,

perché presa come mano di tinta

per curare e abbellire la facciata.

Non essere così severo, duro,

perché, grazie a noi Trinità Divina,

gli uomini non siete tutti cattivi

come tu li vedi e me li hai presentati.

Adesso, comunque, china la testa,

perché ti do la mia benedizione.

Io ti benedico in nome del Padre,

di me figlio e dello Spirito Santo.

Amen. La Messa è finita vai in pace.

Gesù, scusa e grazie per il gran dono.

Commenti

Potrebbero interessarti