Login

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Domenico Marras
Dopo la battaglia

Sul teatro,

Crateri e pietre divelte

Muri brecciati o demoliti

Alberi sradicati o stroncati

Armi pesanti e leggere,

Alcune ancora impugnate,

Cadaveri supini e proni,

Tutti crivellati o mutilati.

In piedi un solo guerriero,

Anch'egli mal ridotto,

Il quale calcia i morti

E grida a squarcia gola:

Venite fuori, sciacalli!

Non si fa avanti nessuno.

Cos'è, siete tutti morti?

Un moribondo alza la testa

E, tra un rantolo e l'altro, dice:

Io, come vedi, respiro ancora,

Ma morirò tra poco, purtroppo!

Comunque quando l'anima uscirà

Prendila pure. Te la regalo.

Certamente non sarà candida,

Ma sarà sempre miglio di niente!

Commenti

Potrebbero interessarti