Login

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Poesia di Czeslaw Milosz
Emigrare

Nei sogni mi tornano in mente gli anni dell'esilio,
E soltanto con essi so, quanto soffrivo.
Nascondiamo la nostra vita passata,
La muriamo come fanno le api,
Che incollano le celle danneggiate.

Chi sarebbe in gradi di esistere, conservando il ricordo
Di tutte le umiliazioni della nostra ambizione troppo alta,
E di tutti gli sguardi indulgenti sul poveraccio
Che pensa, che come a casa, anche qui conta qualcosa?

Se dovessi dare una testimonianza ai giovani,
Non parlerei del successo,
Che, certo, accade ma è amaro.

Commenti

Potrebbero interessarti