Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

malinconia
Poesia di Corrado Govoni
O pallida giornata...


O pallida giornata malinconica;
triste come il lamento d'un' armonica
che in fondo ad una solitaria via
suoni una scalza bimba cieca;
o giornata pacata

come una giovine suora malata
di cui s' odan dei gracili colpi di tosse
ne la sua stanza:
giornata languida quasi che fosse
tisica... Ma questa fragranza
cheJI vento a 'tratti reca?

Cade una pioggia lenta lenta
sopra gli orti e sui tetti arrugginiti,
fragili orditi
che tessono i primaverili diti,
vene di linfa purificatrice
per le fibre invisibili dell'aria.

E la mestizia de le cose aumenta.

Non sembrerebbe una città
immateriale
in cui il suono rituale
de le campane persistesse come
un granello d'incenso senza come
(boccio che mai non si dischiuderà)
in un vecchio incensiere che si caria?

E la città è una scaduta serra.

lo vedo ne la mente un cimitero
campestre; tutto roseo di rose;

sento dei passeri sopra una tomba
che rissano, un singulto di colomba

che cammina in un piccolo sentiero J
di croci, sopra petali di rose,

e penso ad una chioma sotto terra.
,