Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Poesie di Charles Baudelaire
Poesia di Charles Baudelaire

A chi è troppo gaia

La tua testa, i tuoi gesti, il portamento
sono belli come un paesaggio sereno,
il riso sul tuo volto va e viene
come in un cielo chiaro un fresco vento.

Se tu lo sfiori, il mesto passante
resta abbagliato dalla tua salute
che sprizza come una luce
dalle tue braccia e dalle spalle.

E tutti quegli squillanti colori
di cui dissemini il tuo abbigliamento
suscitano ai poeti nella mente
l'immagine d'un balletto di fiori.

Vestiti folli che sono l'emblema
del tuo carattere variegato;
io ti odio almeno quanto t'amo,
insensata per cui esco di senno!

Certe volte, in un bel giardino dove
trascinavo la mia atonia,
ho sentito come un'ironia
straziarmi il petto i raggi del sole,

e la primavera e la verzura
hanno tanto umiliato il mio cuore
che ho voluto punire sopra un fiore
della sua insolenza la Natura.

Così vorrei una notte, come un vile,
quando l'ora delle voluttà suona,
verso i tesori della tua persona
strisciare silenzioso e furtivo,

per punire la tua carne gioconda,
per picchiarti su quel seno assolto,
e aprire nel tuo fianco attonito
una ferita larga e profonda,

e poi, dolcezza vertiginosa !
attraverso quelle nuove e più belle
labbra, d'un rosso più clamoroso,
infonderti il mio veleno, sorella !

Traduzione di Luciana Frezza

Leggi le più belle Poesie di Charles Baudelaire

Commenti

Potrebbero interessarti