Vorrei essere almeno la mano che ti protegge una cosa che non ho mai saputo fare con nessuno e con te invece mi è naturale come il respiro

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Vorrei essere la mano che ti protegge 
Lettera di Cesare Pavese a Bianca Garufi 

Vorrei essere almeno la mano che ti protegge
una cosa che non ho mai saputo fare con nessuno
e con te invece mi è naturale come il respiro.

Tu sei veramente una fiamma che scalda ma bisogna proteggere dal vento.
A volte non so se un mio gesto tende a scaldarmi o a proteggerti.

Anzi allora m’immagino di fare le due cose insieme
e questa è tutta la mia e la tua tenerezza come una cosa sola.

Leggi le più belle Poesie di Cesare Pavese

Commenti

Potrebbero interessarti