Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Catullo
Mi chiedi quanti, Lesbia, dei tuoi baci

VII
Mi chiedi quanti, Lesbia, dei tuoi baci

Mi siano sufficienti o siano troppi.
Quanta la sabbia in Libia in grande numero
Giace a Cirene fertile di silfio.


VII
Tra Giove che dà oracoli di fuoco
E il vecchio Batto che ha una sacra tomba,
Quanti i molti astri in notte silenziosa,
Che vedono i furtivi amori umani,
Tanti al folle Catullo è sufficiente
E troppo che tu baci molti baci,
Che il curioso non possa numerare
Né fare mala lingua il suo malocchio.

Giove: il tempio di Giove Ammone, sede di un oracolo. li sincretismo tra cultura egizia e greca aveva fatto sì che Ammone fosse identificato con Zeus e, quindi, in ambito romano, con Giove: il tempio sorgeva presso un'oasi al confine tra Libia e
Egitto le cui acque erano ricche di quella sostanza che prese appunto il nome di ammoniaca.

Leggi le Poesie di Catullo