Login

https://www.poesie.reportonline.it/poesie-di-carlo-giannelli/racconto-di-cgiannelli-donatore-di-sangue.html
Accedi
  • Registrati
  • /lost-user-name.htmlNome utente dimenticato?/password-dimenticata.htmlPassword dimenticata?aHR0cHM6Ly93d3cucG9lc2llLnJlcG9ydG9ubGluZS5pdC9wb2VzaWUtZGktY2FybG8tZ2lhbm5lbGxpL3JhY2NvbnRvLWRpLWNnaWFubmVsbGktZG9uYXRvcmUtZGktc2FuZ3VlLmh0bWw=
    it-IT

    Valutazione attuale: 5 / 5

    Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
     

    Racconto di C. Giannelli
    Donatore di sangue

    Me te ricordo sempre tale e quale, cor sighero 'n bocca pennoloni, dannote da fà a dà 'na mano, cercanno d'aiutà chi più sta male! Me te ricordo sermpre tale e quale, annanno 'n giro a convince quello, a rintuzza er talaltro e puro ter tale, parlanno co' Giovanni, Antonio e Nello! Donare er sangue-dichi- dev'esse 'n sentimento che dar fonno der core che stà drento, esce de fora puro e rinnovato, senza curasse de perchè c'è stato! Donare er sangue-dichi-è come 'n macchiavello: 'na goccia de Roma và a Milano, pe' cui co' questo, quello è tu fratello: er parentato tuo è cio ch'è umano!

    Commenti

    Potrebbero interessarti