Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

cielo
Poesia di Antonio Gulli
Ed è giorno

Ed è giorno
L’alba si accende
La luce inizia a giocare sul prato
L’ignoto comincia ad aspettarmi
Un luogo ci vuole
se vuoi qualcosa di tuo
Io non ho luoghi
Che cosa invoca questa mattina il cielo?
Il gioco vede il buio intatto farsi da parte
Tra gli ulivi il vento fermenta l’avventura delle nuvole
I muschi cullano le lotte della vita
I sassi ascoltano muti la lentezza della sorte
Trionfa la grazia del brillar delle foglie
Sembrano ali.
Senza violenza appare il tremare del pensiero
Non c’è ironia
questo chiarore mi appare come un sogno
sono un carro attaccato al tuo ricordo
questo consente di pensarti ancora mia
il sorriso mi sembra sostenuto
da questo chiarore che s’impenna.
Ed è giorno.