Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

bosco lucano
Poesia di Antonio Gulli
Luogo

Non torno nemmeno da lontano al mio paese
Sulla punta delle dita le vie la piazza e i misteri di un prato
Con le ginocchia per le preghiere e il sesso per i desideri
le bugie si sono tenute strette per gli indovini della scuola.
Nel pozzo dei salti e del gioco le esili sillabe le ho macinate nel riso
adesso nel silenzio dei pensieri hanno trovato un passo compiuto.
Forse per questo le idee hanno fatto un buco.
Ho saltato gli orari e son caduto nella fantasia
seguire le sue rotaie è far fiorire i sassi.
Le maschere si sono incendiate
quando i tuoi occhi li ho visti diversi.
Forse per una mal potatura o un’impetuosa sgrammaticatura dell’amore
nel mio passaporto il timbro della famiglia e quello degli dei si è scolorito.
Le radici senza terra rimangono crude
Ognuna con la propria solitudine.