Tiberio a Sperlonga di Tony Basil
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Tiberio a Sperlonga
di Tony Basili 

Stava a banchetto quando un gran fracasso
Si sentì all’imbocco della Spelonca
Quella sul mar e dei servi un mal di scasso
Che su lor piombò e fé la cena monca.
Ed il furbo Seiano si getta su Tiberio
Per pararlo dai sassi che dall’alto
Un fido schiavo esecutor del putiferio
Lascia cader con arte da ribaldo.
Così Seiano ancor più nelle sue grazie
Allor vien posto, ché pure l’ha salvato,
E può presentar con mene mai sazie
I nemici che lo voglion spodestato.
Tiberio vecchio gnocco così la beve
Non vede che intorno gli ha fatto il vuoto
Ma il truce ingordo finirà tra breve
Ché il suo progetto infin diverrà noto.
C’è sempre stato un tipo di persone
Che per brama di poter funestan l’orbe
Ma pe’l ben altrui da parer pur buone
Che un dì vedrei battute come sorbe.
82/18.12.21

       Leggi le più belle Poesie di Tony Basili