Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Poesia di Tony Basili
Vado a vangare

Appena il sole fa vaporar la brina
Sui campi il giorno prima dissodati

Vado nell'orto, di prima mattina,
a dar di vanga agli ori già colati,
immergendo la lama lucida e fina
nella zolla con colpi ben tarati,
fino alla staffa,ove tengo il piede
e poi sollevo tutto quel che cede.
Mi piace tanto rivoltar le zolle
Sistemandole sul bozzoloso piano
E passo il tempo, finché il braccio molle
Non mi diventi, mi pare perciò strano
Che tal lena appaia un'ansia folle
A talun che viene dal basso piano.
Così assaporo questa gioia vera
E rimarrei nel campo fino a sera..
La vanga! Che diletto mi produca
Veloce e lucida, l'immergo fino in fondo,
e poi sollevo un tratto di zolla scura:
un giuoco , in meno d'un secondo
e la lancio quindi con la mano sicura
fino a ripianare il mio bel mondo!

5.5.05

Potrebbero interessarti