Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Tony Basili 
Natale

Questa notte si sentono le campane

della chiesa che annunciano il Natale

richiamando la gente coll’inusuale

scampanellio dalle contrade lontane.

Anch’io a mezzanotte andrò in chiesa

per riprovare le vecchie sensazioni

sperando di sopportare l’esalazioni

delle cere e dei fiati grassi di casa.

Una volta ci andavamo a mezzanotte,

col controllo di cent’occhi impertinenti,

non potevamo scegliere altrimenti,

bisognava ubbidire per evitar rotte.

Ragazzi, ci si riuniva tutti in fondo

cercando di defilarsi tra i banchi

e si sentiva il tonfo di schiaffoni

ed una piena di sorrisi franchi.

Festeggiavamo così a suon di pizze

le vacanze di Natale dell’amore

tra risate, battute e alcune stizze

erano momenti di gioia e di fragore.

Era bello il Natale di una volta,

Nella chiesa ogni posto era occupato,

e si cantava  a più voci a pieno fiato

col gli acuti di qualcun già  ‘mbriacato.

Ci si rallegrava allora dei volti lieti

dei parenti che avevano bevuto

e ci si baciava e con tutti “tanti auguri!”

e nessun parea d’astio sostenuto.

40-25.12.98