Login

https://www.poesie.reportonline.it/poesie-di-antonio-basili/poesia-di-tony-basili-mar-mirabilis.html
Accedi
  • Registrati
  • /lost-user-name.htmlNome utente dimenticato?/password-dimenticata.htmlPassword dimenticata?aHR0cHM6Ly93d3cucG9lc2llLnJlcG9ydG9ubGluZS5pdC9wb2VzaWUtZGktYW50b25pby1iYXNpbGkvcG9lc2lhLWRpLXRvbnktYmFzaWxpLW1hci1taXJhYmlsaXMuaHRtbA==
    it-IT

    Valutazione attuale: 5 / 5

    Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
     

    Poeti Emergenti
    Poesia di Tony Basili
    Mar mirabilis
    14


    Ma che delizia goder di questo posto
    Vicino al porto, in mezzo alla marina
    Ove agili vele son qui accosto
    E lungi nell’onda l’albero che inclina,
    gioia e dolor del tempo che s’affolla
    di quest’età  che tutto par di colla.

    Un molo bronzato che in là s’avanza
    Fin al termina del porto,a quella luce
    Che di notte è faro per  chi vuol far stanza
    E lo strettoio mostra che lì conduce
    Ed un folto  d’alberi di barche in sosta
    Col maniero che su tutto fa la posta.

    O gloria degli avi che tanta bell’opra
    Mettesti al posto giusto con ingegno
    Non  di chi laurea togata discopra
    Per contar d’incerta  matita il pegno
    Ti stagli limpido  tra chiomosi pini
    E saggio sei tu per chi tenta i confini.

    Lo sciabordio dell’onda che s’avanza
    Quasi a toccarmi i piedi, che dolcezza
    Vorrei qui proprio mettere su stanza
    Per dell’onda  godermi la carezza
    Che poi ad un tratto cessa, pare quieta
    Che s’è fatta al fondo pace segreta.

    E’ il primo giorno d’un  tepore estivo
    A tratti inebriato da una brezza,
    che il mar bruisce languido e suasivo,
    e per  intorno di ricopendrium olezza
    e un roco rullar mi porta d’un barcone
    che lento in porto rientra al suo cordone.


    4.5.13

    Commenti

    Potrebbero interessarti