Login

https://www.poesie.reportonline.it/poesie-di-antonio-basili/notte-vecchia-di-tony-basili.html
Accedi
  • Registrati
  • /lost-user-name.htmlNome utente dimenticato?/password-dimenticata.htmlPassword dimenticata?aHR0cHM6Ly93d3cucG9lc2llLnJlcG9ydG9ubGluZS5pdC9wb2VzaWUtZGktYW50b25pby1iYXNpbGkvbm90dGUtdmVjY2hpYS1kaS10b255LWJhc2lsaS5odG1s
    it-IT
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
     

    Poeti Emergenti -
    Notte vecchia -
    di Tony Basili -


    La notte è corta e non mi dà più sogni ed ali per volare sopra i colli. O magica sensazione, dove sei? In vani tentativi, seppure folli, Continuerò a ruotare, in punta di piedi, le braccia in aria, per spiccare il volo che tante volte ho fatto sopra al bosco, e non mi facea pesar lo stare solo. Volavo, lambendo le cime dei castagni come un uccello, sgusciando leggero, poi, diritto, miravo ad una vetta, ma non ricordavo, mai dov’ero. La notte è troppo breve e tormentata e il sonno angusto non concede voli ed è inutile sperar in quella magia che di vano camminare sì mi consoli.
    4-10-11

    Commenti

    Potrebbero interessarti