Login

https://www.poesie.reportonline.it/poesie-di-antonio-basili/l-uomo-del-quoziente-di-tony-basili.html
Accedi
  • Registrati
  • /lost-user-name.htmlNome utente dimenticato?/password-dimenticata.htmlPassword dimenticata?aHR0cHM6Ly93d3cucG9lc2llLnJlcG9ydG9ubGluZS5pdC9wb2VzaWUtZGktYW50b25pby1iYXNpbGkvbC11b21vLWRlbC1xdW96aWVudGUtZGktdG9ueS1iYXNpbGkuaHRtbA==
    it-IT
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
     


     Poeti Emergenti
    Poesia di Tony Basili
    L'uomo del quoziente

    Sento dir che in fatto d’intelligenza

    In cinquant’anni s’è perso un bel quoziente

    Che annulla in assoluto la differenza

    Che passa tra uno sveglio e un deficiente.

    Se analizziamo sulle giuste cause

    Che riducono l’uomo in tal maniera

    Non occorre pensare a quelle pause

    Che fanno fertile l’uomo a primavera.

    Ché è assurdo e per nulla pertinente

    Dir che la donna non fa più d’un figlio

    Questo elemento mi pare ininfluente

    E a vederlo come effetto vi consiglio.

    Ma credo che un quoziente sì ridotto,

    Del quindici, è perché l’uomo è sedentario,

    Tra youtube, face e tivù, è un reliquario;

    Non fa l’orto, né l’amore: è insomma cotto.

    41-30.5.13

    Commenti

    Potrebbero interessarti