Login

https://www.poesie.reportonline.it/poesie-di-antonio-basili/i-colombi-dispariti-del-castello-di-collalto.html
Accedi
  • Registrati
  • /lost-user-name.htmlNome utente dimenticato?/password-dimenticata.htmlPassword dimenticata?aHR0cHM6Ly93d3cucG9lc2llLnJlcG9ydG9ubGluZS5pdC9wb2VzaWUtZGktYW50b25pby1iYXNpbGkvaS1jb2xvbWJpLWRpc3Bhcml0aS1kZWwtY2FzdGVsbG8tZGktY29sbGFsdG8uaHRtbA==
    it-IT

    Valutazione attuale: 4 / 5

    Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
     

    Poeti Emergenti
    Poesia di Tony Basili
    I colombi del castello

    Vi erano colombi e sentirne l’ali
    Quando si posavano per bere alla fontana
    Faceva risorgere da spazi siderali
    Quell’allegrezza ch’or è tanto lontana,
    Mentre scrivevo, il battito dell’ ali
    Che s’aggiungeva all’armonia dello sgrondo,
    M’illuminava d’immensità del mondo
    Che arrivava con mezzi temporali.
    Pensavo alla vaghezza del volare,
    se volessi da questo luogo angusto
    dal quale non mi posso separare
    e abbandonarlo non è proprio giusto.
    Ma che è successo?
    Non un fulgore d’ala
    Più si scorge a innamorar lo sguardo
    Ora sol l’acqua, armonia che scola,
    sola sento, per l’uccisor codardo.

    25.4.13

    Commenti

    Potrebbero interessarti