Giulietta e Romeo di Tony Basili
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Giulietta e Romeo
di Tony Basili

Romeo l’ha vista e se n’è innamorato
Però non la conosce, neanche il nome,
E quel giorno c’è un ballo mascherato
Dai Capuleti e lui ci va, eccome!
Anche se questi con i suoi sono in lite
Ma non gli importa: è un ragazzo mite.
Alla festa trova lei: quant’è bella!
E d’amore s’accende e non resiste,
Par gli manchi a vederla la favella
E se pensa di star lontano è triste:
Così al ballo a un certo punto la bacia,
Giulietta lo apprezza perché ha tenacia.
Nessun dei due sapea chi l’altro fosse,
Ma poi la balia le dice “è un Montecchi!|”
E le sue gote allor diventan rosse
Ché gli odi tra le famiglie sono vecchi,
Però Romeo le par sì bello e buono
Che pensa allor: “se m’ama a lui mi dono.”
E Romeo resta sotto al suo balcone
Tutta la notte, chè la vuol sposare,
E lei è d’accordo, ché la sacra unione
I rapporti tra famiglie potrà cambiare
E convince il confessor padre Lorenzo
Chè poi dei suoi proporrà l’assenso.
E quel pomeriggio lui sposa Giulietta
E nessun sa di questa conclusione
Chè l’amico di Romeo, per disdetta
Viene ucciso da un dell’altra fazione
E Romeo che stava a sedar la lite
Con un colpo, bravo com’è, lo uccide.
Così bandito, Romeo scappa via,
Lasciando la sua donna addolorata
Ed i genitori pensan ch’ella sia
Per la morte del cugino tormentata
Ucciso da quel Romeo che è fuggito,
Ma lei piange per lui, pe’l suo Cupido.
Tragico finale: lei con l’altro muore
Ché Romeo trova lei che pare morta
E lui si ammazza per il gran dolore
E Giulietta che destata s’è accorta
Del suo Romeo dal suo pugnal trafitto
col pugnal stesso ha il cor suo confitto.
Così per Tisbe e Piramo, pure essi,
Chè l’amor dai padri fu ostacolato,
fuggon di casa e, da sposi promessi,
nel posto del convegno, ove lui è arrivato,
trova lo scialle di lei di sangue sporco
e s’uccide ché pensa che lei è all’Orco,
Ma invece al leone lei è sfuggita
E quando giunge dov’era il convegno,
Piramo è morto e ne resta impietrita,
E angosciata pur sul suo cor fa segno
Con lo stesso pugnal da lui usato:
Così ha fine un amore contrastato.
1/16.2.19

        Leggi le più belle Poesie di Tony Basili