Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Angelo Michele Cozza
Da tempo un disboscamento è in atto

Da tempo un disboscamento è in atto
anche le rare erbe son disseccate
gli anni e i giorni al sole
e alle intemperie son passati.
Lo sforzo di prolungare
l'amore per la vita, ora sterpaglia,
più non è nelle mie forze
un mal di vivere mi tedia e mi scava.
Sono come un lichene di Sbarbaro
sopravvivo su rocce solitarie
e in condizioni estreme;
frantumi e polvere in un fluire
di apparenze estranee e staccate
da sbuffi di vento son dispersi.
Le maghe, le sirene e le sibille
per altri mi hanno lasciato
grigio squallore sul cuore incombe.
Ci soffermeremo sulla battigia
a fissar nell'acqua bolle di schiuma
all'arbitrio divino tireremo un sasso
vedremo la pioggia battere insistente
su muri e vetrate; senza sogni,
fisseremo orizzonti sfumati e velati.
Il tempo di essere che fu
è scorso in un batter d'occhi
gesti parole atti amori decaduti
a spenti ricordi echeggeranno vano
oltre l'inganno che li contenne.
Oh cimeli di speranze e di illusioni
anneriti dal crepuscolo del tramonto
e sparsi in un invivibile silenzio,
mancamenti per insufficienza
di essere nella nullità del tutto!
Continuano a fissarmi fissi e gelidi
gli occhi di Thanatos ma l'ombra nera
non mi abbraccia né mi stringe ancora:
atterrito e senza appoggiarmi a qualcosa
all'autorità del Nulla mi sottometto.