Login

https://www.poesie.reportonline.it/poesie-di-angelo-amato/poesia-di-angelo-amato-lenta-lacrima.html
Accedi
  • Registrati
  • /lost-user-name.htmlNome utente dimenticato?/password-dimenticata.htmlPassword dimenticata?aHR0cHM6Ly93d3cucG9lc2llLnJlcG9ydG9ubGluZS5pdC9wb2VzaWUtZGktYW5nZWxvLWFtYXRvL3BvZXNpYS1kaS1hbmdlbG8tYW1hdG8tbGVudGEtbGFjcmltYS5odG1s
    it-IT

    Valutazione attuale: 5 / 5

    Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
     

    Poesia di Angelo Amato
    Lenta lacrima


    Scivola una lacarima

    calda,dolce e ostinata

    aprendo un sottile sentiero umido

    cavalcando l'onda del mio lineamento.

    Vorrei estrarre la tua anima,

    goccia di triste rugiada,

    è in lei che vive avvolto

    l'emblema del dolore.

    Oh dolore,nascosto come radice

    confuso e indefinibile

    difficile capire la tua intelligenza dura,

    ma

    è nella lacrime che trovi la tua materialità

    vieni fuori dalla tua buia caserma,

    dalla regione scura del cuore,

    acquistando forma,peso e luce

    offrendoci una lezione di trasparenza rivelata.

    Anche l'uomo di ferro,duro come statua

    ricoperto da pesanti mantelli,

    sgorga lente lacrime

    perchè

    quando la vita morde,

    scava con piccone,

    cercando le nostri regioni offese

    le piainagioni del nostro pianto,

    umidità riempe gli occhi.

    Riusciremo mai a penetrare la nuvola

    che ti partorì,lacrima?

    Riuscirò mai a dischiudere il tuo segreto invisibile,

    malinconicamente dolce?

    Di tutte le acide sofferenze

    che battono su di noi,

    imponendo il loro marchio di crudeltà,

    tu,mia goccia,lacrima salata

    fosti la più dolce e umile,

    la più piccola e tenera,

    la più trasparente e rivelatrice.

    Commenti

    Potrebbero interessarti