Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 

Poeti Emergenti
Poesia di Angelo Amato
Direzione

Tra voraci uomini 

di crudeltà immonda

d'insipida memoria,

spiriti di cenere

alimentati da bestemmie 

sputate come boccone amaro,

io passavo,schivo

dipingendo parole d'azzurro

vestendole di perline colorate

giocose o dolenti

odorose e penetranti,

m'immersi in paludi irraggiunte 

scelsi sentieri poco battuti.

Questa fu la mia direzione

dove i passi rimbombavano 

parallela al conformismo,

alle immense piazze affollate.

Vagai come marinaio solitario

ripondendo le ancore della mia vita

in profondità insondate.

Questo fu l'apprendistato della vita mia

mi preparai,forgiai da solo

percorrendo bruciature acnora fumanti,

passai a cavallo nella desolata regione della mia infanzia,

fino a che

acquistai l'estenzione,

la profondità che necessito,

che avverto,

distinta e lucida

a confronto 

del pozzo chiuso

del mio simile.