Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 


Poeti Emergenti -
Poesia di Angelo Amato

Alcol

Oh alcol !

Fratello delle mie vene

ti sento percorreemi

elettrizzando il mio cervello.

Nelle sere tristi

sei l'ancora

per cuori affondati.

Moralisti t'irridono, compare,

classificandoti:

inutile rigufio,

illusione di felicità.

So solo che sei

dolce compagno,

non c'è dolore

nelle notti alcoliche.

Cerchi le nostre

zone addormentate

oscure, dove la

paura regna

col suo impero spietato.

Il tuo arrivo

sradica tutto,

caricandoci di

forza benigna,

abbattendo muri e frontiere,

dischiudendo purezza

e verità.

La tua granata

fa esplodere l'allegria,

non ho nemici

in tua compagnifa.

Tutto vive in un onda

di dolcezza amica.

Vedo, bicchieri dai colori

più bizzarri,

in loro vivono

gradi brucianti,

crudeli navigano pel cranio

spappolando gli indifesi neuroni.

Io vedo poco,

conosco poche sillabe della vita,

ma nell'alcol, se pur non salutare

trovai il liquido

che lubrificò l'anima mia

dandole caratteri dinamici.